Conversione del Debito

CONVERSIONE

DEL DEBITO

banderas

L’Italia, insieme a 13 paesi creditori di Cuba e membri del Gruppo di Parigi -tra gli altri, Francia, Spagna, Giappone, Australia, Regno Unito, Svezia e Svizzera-, ha firmato il 12 dicembre 2015 un accordo storico con Cuba per la ristrutturazione del debito estero. L’accordo, secondo le capacità finanziarie di Cuba, prevede il trattamento di una quota totale del debito a tutti i paesi creditori e include il pagamento degli arretrati in 18 anni, in cambio della progressiva cancellazione degli interessi arretrati. L’Italia, quarto creditore dopo Francia, Spagna e Giappone, ha avuto un ruolo cruciale nel finalizzare l’accordo offrendo la disponibilità, insieme agli altri 3 paesi, per la conversione di una parte degli arretrati in progetti di sviluppo, da concordare bilateralmente.

La conversione in cooperazione allo sviluppo

In risposta alla richiesta de L’Avana di ulteriori sforzi da parte dei principali creditori, è stato concordato lo swap degli arretrati del nostro prestito di aiuti, per circa 13,37 milioni di euro, oltre alla commissione di conversione per SACECDP, per 88,8 milioni di euro. L’accordo per la conversione del debito in Official Development Assistance (ODA), firmato a L’Avana nel luglio 2016 dal Vice Ministro Mario Giro, stabilisce la conversione in progetti di sviluppo di tutti gli arretrati del credito d’aiuto (circa 13,37 milioni di euro) e la progressiva cancellazione di tutti gli interessi arretrati (circa 5,77 milioni di euro).

Progetti di conversione del debito

Sostegno al processo di recupero della Scuola Vilaboy nel Centro Storico de l’Avana 

1.159.143,78 € 

L’iniziativa corrisponde ad una componente aggiuntiva che va a rafforzare il progetto che AICS ha avviato insieme a ILA e Officina del Historiador de la Ciudad de La Habana, per sostenere il processo di recupero integrale del centro storico della capitale cubana e in particolare della zona fra Plaza Vieja e Plaza de Cristo.

Riabilitazione delle vie d’accesso al centro abitato di El Cobre ed ai relativi siti di interesse patrimoniale 

892.259,65 €

 Il progetto è finalizzato a realizzare la pavimentazione e risistemazione di due tratti di strada nei press del sito di El Cobre (Santiago de Cuba), strategico per la gestione dei flussi turistici e per la valorizzazione delle zone adiacenti al famoso Santuario della Vergine del Cobre, tra cui la Piazza Agustin Cebrero.

Produzione di formaggi e derivati del latte nella città di Mantua

273.525,39 € 

Progetto implementato da ACTAF, in collaborazione con la OSC italiana – Arci Culture Solidali, con l’obiettivo di contribuire alla sicurezza alimentare della cittadina di Mantua, nella Regione Occidentale del Paese, aumentando la produzione di carne e latte. L’iniziativa si prefigge di riabilitare la struttura in cui sarà installata una macchina industriale per la trasformazione del latte. La sistemazione strutturale riguarda un edificio già esistente appartenente alla cooperativa “Las Clavellinas” che potrà servire quattro cooperative della stessa zona rurale.

VIA LACTEA – Rafforzamento della catena produttiva del latte in quattro province (Villa Clara, Cienfuegos, Matanzas, Mayabeque) 

894.494,39 € 

Iniziativa presentata dall’Asociación Nacional Agricultores Pequeños (ANAP), in collaborazione con la OSC COSPE, mira a rispondere alla carenza di latte nel Paese, puntando alla creazione di infrastrutture produttive e servizi per l’aumento della produzione ed il miglioramento della qualità. I fondi aggiuntivi erogati dal FCV integrano il progetto principale, implementato dalla OSC COSPE e conclusosi nel 2019, per migliorare le capacità produttive ed economiche di otto cooperative agricole nelle quattro province interessate (Villa Clara, Cienfuegos, Matanzas e Mayabeque).

Sviluppo locale ad Holguín – PADIT 

2.658.635,61 € 

Piattaforma Articolata per lo Sviluppo Integrale Territoriale nella Provincia di Holguín, attraverso l’utilizzo di tecnologie su scala locale per il miglioramento della produzione agricola e la creazione di filiere produttive per offrire nuovi servizi alla popolazione, nell’ottica di una strategia di sviluppo turistico della zona.

Utilizzo di tecnologie su scala locale per dare valore aggiunto ai Servizi di trasporto dei passeggeri per via marittima dal municipio di Avana Vecchia verso il municipio di Regla attraverso la Baia de L’Avana

 2.724.969,46 € 

L’iniziativa si inserisce all’interno della Piattaforma PADIT della città de L’Avana, supportata da UNDP e da altri finanziatori internazionali. L’intervento si prefigge di migliorare significativamente i servizi di trasporto, imbarco e ricezione dei passeggeri nel territorio de L’Avana a partire dall’utilizzo di risorse materiali e locali, previsti nella pianificazione economica, migliorando l’immagine della Baia e favorendo la sua riqualificazione a livello ambientale, contribuendo allo stesso tempo allo sviluppo del turismo nazionale e internazionale.

Produzione Alimentare a Guantanámo 

49.929,64 € 

Il progetto si inserisce all’interno della Piattaforma PADIT della città di Guantanámo, supportata da UNDP e da altri finanziatori internazionali. L’iniziativa si focalizza sullo sviluppo di capacità per ottimizzare la gestione dei progetti e sullo sviluppo della resilienza tecnologica riguardante il settore della produzione alimentare nella regione orientale di Cuba, in collaborazione con l’Università di Guantanámo. Inoltre il progetto contribuisce al miglioramento della capacità produttiva del laboratorio di falegnameria Sabanilla del Comune di Baracoa, nella medesima regione del Paese.

Valorizzazione del patrimonio culturale della regione di Holguín a fini turistici, una possibilità per lo sviluppo locale

 2.047.834,21 € 

Il progetto ha lo scopo di potenziare la protezione del patrimonio culturale della provincia di Holguín con l’ottica di promuovere lo sviluppo turistico della regione, negli ultimi anni divenuta la terza meta turistica del paese. Si prevede di recuperare il patrimonio culturale mirando al rafforzamento e perfezionamento delle capacità di gestione del patrimonio stesso, promuovendo lo sviluppo di attività innovative e di progetti imprenditoriali con fini turistici.

Potenziamento istituzionale di tre Case di Cultura de L’Avana 

604.653,20 € 

Iniziativa che si affianca al progetto “La Casa di Tutti”, affidato alla OSC italiana ARCS-Culture solidali. L’iniziativa si propone di potenziare il ruolo socio-culturale ed educativo delle Case di Cultura, centri culturali destinati a promuovere, trasmettere e preservare attività artistiche e culturali nelle aree di Cotorro, Centro Habana e Arroyo Naranjo, a L’Avana, migliorando gli spazi adibiti a tali attività attraverso l’acquisto di attrezzature e mobili e consolidando la strategia di comunicazione delle Case di Cultura.