Condivisione del Piano strategico 2021-2024 del Programma Alimentare Mondiale con i partner della cooperazione

Il giorno 12 marzo 2020 la Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Sede de L’Avana – ha partecipato all’ evento “Intercambio con socios de la cooperación sobre la propuesta del Plan Estratégico del Programa Mundial de Alimentos 2021-2024” tenutasi nel Palacio de los Capitanes de L’Avana. Hanno partecipato all’evento rappresentanti del Sistema Nazioni Unite a Cuba, i collaboratori delle Agenzie di Cooperazione Svizzera (COSUDE) e Giapponese (JICA), ma anche rappresentanti del Governo Cubano, in particolare del Ministero del Commercio Estero e gli Investimenti Esteri (MINCEX).

L’apertura dell’evento ha visto un panel composto da Paolo Mattei, Rappresentante del PMA a Cuba, Consuelo Vidal, Rappresentante Residente del Sistema Nazioni Unite a Cuba e Carlos Fidel Martin Rodríguez, Direttore della Dirección de Organismos Económicos Internacionales del MINCEX.

Il Rappresentante del PMA a Cuba ha dato il benvenuto ai partecipanti presentando brevemente il Piano Strategico 2021-2024 e spiegando che si tratta di un documento in fase preliminare, ancora soggetto a modifiche, che verrà approvato a novembre 2020. L’evento era infatti volto a condividere il Piano Strategico in previsione dell’approvazione. Il Rappresentante ha inoltre evidenziato che la strategia si allinea e articola in base all’Agenda 2030 e gli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile, tenendo strette interconnessioni con il Quadro di Cooperazione ONU 2020-2024 e il Piano Nazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale (PNDES) 2030.

Carlos Fidel Martin Rodríguez ha ricordato che Cuba accompagna il PMA nella stesura di questo Piano Strategico che si considera di vitale importanza in quanto incentrato su alcune priorità nazionali cubane tra le quali figurano sicurezza alimentare e il rafforzamento della resilienza per fronteggiare disastri naturali. La Coordinatrice Residente Consuelo Vidal, si è soffermata su quattro assi strategici che la Agenda 2030 ha in comune con il PNDES 2030: Governo efficace, trasformazione produttiva, sostenibilità ambientale, sviluppo umano.

Dopo gli interventi dei panelisti, una collaboratrice del PMA ha presentato le linee di azione del Piano Strategico che è costituito da quattro componenti. La prima componente riguarda la preparazione e risposta alle emergenze e i disastri naturali, mentre il secondo punto mira alla prevenzione della malnutrizione attraverso la produzione di alimenti fortificati in particolare per gruppi vulnerabili (anziani, donne incinta e bambini). La terza componente riguarda la valorizzazione di sistemi alimentari sostenibili, il rafforzamento del programma di alimentazione scolastica rinforzando il vincolo e la partecipazione comunitaria delle famiglie. Mentre l’ultima componente è focalizzata sullo sviluppo di programmi incentrati sulla protezione sociale. Per ogni componente, sono state esposte le principali linee di azione e sono stati analizzati i legami che il Piano Strategico PMA 2021-2024 ha con l’Agenda 2030, il Quadro di Cooperazione ONU 2020-2024 e il PNDES 2030.

Dopo questi interventi si è aperto un dibattito nel quale sono stati sollevati temi quali la relazione esistente tra la scarsità di alimenti fortificati per gli anziani e l’invecchiamento della popolazione cubana, la necessità di formare le famiglie e le comunità riguardo la nutrizione e i comportamenti alimentari corretti. Infine si è ricordata l’importanza della coordinazione tra gli attori della cooperazione che agiscono nel settore della nutrizione e la sicurezza alimentare.

Posted in Uncategorized.

Lascia un commento