Visita di AICS alla scuola Jorge Arturo Vilaboy

L'8 dicembre l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), insieme all'Ambasciata d'Italia all'Avana, ha visitato la Scuola Secondaria Superiore "Jorge Arturo Vilaboy". Per l'occasione, più di 360 studenti e il corpo docente della scuola hanno ricevuto mascherine con le bandiere italiane e cubane, insieme ai quaderni per gli studenti.

All'evento hanno partecipato il Consigliere e Vice Capo Missione dell'Ambasciata d'Italia Samuele Fazzi, la Direttrice dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo all'Avana Mariarosa Stevan, i rappresentanti della Dirección Municipal de Educación, il Direttore della Scuola Arturo Vilaboy Alfonso Easy, la Direttrice della Cooperazione Internazionale dell'Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana (OHCH) Nelys García Blanco, il Capo del Gruppo Investimenti Plaza del Cristo dell'OHCH Pilar Vega e altri rappresentanti dell'OHCH.

Il Consigliere e Vice Capo Missione dell'Ambasciata d'Italia Samuele Fazzi, ricordando il maestro Eusebio Leal, ha ringraziato l'Ufficio dello Storico della Città dell'Avana (OHCH) e ha sottolineato il ruolo centrale della cultura e dell'educazione come elemento chiave delle già forti relazioni tra Italia e Cuba.

La direttrice della sede dell'Avana dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo Mariarosa Stevan ha ringraziato l’OHCH che, in collaborazione con l'Istituto Italo-Latinoamericano (IILA), e grazie al contributo dell'Italia, ha permesso di rendere funzionale la scuola Arturo Vilaboy per promuovere l'educazione e la formazione dei giovani. Ha anche sottolineato che, sia per l'Italia che per Cuba, la cultura è un elemento fondamentale per lo sviluppo socio-economico e umano e che lavorando insieme possiamo sostenere un reciproco percorso di sviluppo culturale.

L'edificio scolastico, restaurato nel 2019, è parte degli interventi di AICS nel campo dell'architettura volti a coniugare il recupero del valore artistico degli edifici con la riqualificazione della loro funzione abitativa e sociale. Grazie al sostegno dell'Italia e al lavoro congiunto dell'IILA (Istituto Italo-Latinoamericano) e dell'Ufficio dello Storico della Città dell'Avana, oltre alla scuola, sono stati recuperati due importanti edifici del centro storico dell'Avana, in via Lamparilla 64 e 65, attraverso il "Programma di sostegno al processo di recupero integrale del Centro Storico dell'Avana: Progetto di potenziamento del sistema di centralità principale e dei suoi assi di interconnessione nel settore Plaza Vieja - Plaza del Cristo".

Posted in Uncategorized.